Messa del settimo giorno - da dove viene questa tradizione?

missa de sétimo dia – de onde vem essa tradição? Messa del settimo giorno - da dove viene questa tradizione?


La messa al settimo giorno è un'usanza molto diffusa tra i cattolici. La Chiesa ha sempre pregato per i suoi fedeli deceduti, chiedendo a Dio di intercedere per il riposo eterno delle loro anime. Questa tradizione deriva dalla fede cattolica nel Purgatorio, in cui senza la santità nessuno può vedere Dio. I cattolici credono che non tutte le persone siano salvate quando lasciano questa vita e immediatamente entrano in paradiso. A favore di queste anime, le preghiere sono molto utili. Soprattutto alla Santa Messa, dove lo stesso sacrificio di Gesù sul Calvario viene aggiornato sugli altari. Ulteriori informazioni sull'abitudine della messa del settimo giorno.





La tradizione della messa del settimo giorno



La messa del settimo giorno si chiama Missas pro defunctis, "Requiem aeternam dona eis, Domine -" per i morti ", noto anche come Requiem Masses, che si riferisce alle parole con le quali i celebranti di solito iniziano le cerimonie (l'introito di messa, oggi più popolare come" antifona d'ingresso "): Dai loro il riposo eterno al Signore. "



Nell'antica liturgia, c'era l'usanza di celebrare la messa in onore del defunto il terzo e il settimo giorno dopo la morte, oltre alla messa per il trentesimo anniversario della morte. Tra le tradizioni post-morte della Chiesa, la più diffusa in Brasile è stata la Messa del settimo giorno, che rende molto opportuno comprendere il significato di questi numeri.



Clicca qui: Leggi la Bibbia: 8 modi per evolvere spiritualmente



Numeri 3 e 7 nella Bibbia Il numero 3 nella Bibbia si riferisce ai tre giorni in cui Gesù fu sepolto e alla fine di essi risuscitò dalla morte. Perciò, nel recitare la Santa Messa il terzo giorno della morte dei loro cari, i cattolici espressero la speranza che, alla fine dei tempi, i loro corpi sarebbero anche saliti alla vita eterna.



Nel frattempo, il numero 7 è legato al settimo giorno della Creazione, in cui il Signore "riposava" dal lavoro finito. Funziona come un'allusione al divino "Sabbath", molto appropriato per il momento in cui preghiamo per l'eterno "riposo" delle persone che hanno lasciato il nostro mondo. Questa usanza così comune per noi è molto antica, come mostrato nella spiegazione di S. Ambrogio di Milano, anche nel IV secolo, ad una celebrazione in onore di suo fratello di sangue sono Satiro, che era morto da poco: Nunc quoniam muore septimo annuncio sepulcrum redimus, egli dice, qui muore Symbolum futurae Quietis est. "Ora passiamo alla tomba il settimo giorno, che è un simbolo della futura casa. "



Clicca qui: Che cosa significa la parola Messa?



La messa del settimo giorno in Brasile



Nel nostro paese, la pratica della messa al settimo giorno è diventata ancora più forte a causa del clima di estensione. Dato che abbiamo un clima tropicale, la sepoltura dei morti dovrebbe essere fatta al più presto possibile e spesso non è possibile per gli amici e la famiglia radunarsi rapidamente dopo la morte. Il periodo di sette giorni è ragionevole per tutti di organizzarsi per partecipare almeno alla Santa Messa, in onore dei propri cari.



La Chiesa cattolica incoraggia il mantenimento di questa tradizione, principalmente per il suo significato: non è solo una settimana di passaggio, ma dell'eterno giorno di riposo, un simbolo della quiete che vivremo tutti insieme con il Padre. p13>

Powered by Blogger.